Stress da Rientro? Ecco Come Ricominciare Con il Piede Giusto!

Pubblicato da Claudia Bellini il 05/09/2020

Settembre è per molti il momento di rientrare dalle vacanze estive e ritornare a malincuore alla solita routine quotidiana, fatta di lavoro, faccende domestiche, impegni familiari ecc…

 

Leggi tutto...

L'11 SETTEMBRE: UNA DATA CHE HA CAMBIATO IL MONDO E LA MEMORIA COLLETTIVA

Pubblicato da Claudia Bellini il 11/09/2019

L'11 settembre è una data ben ancorata nella memoria di tutti noi e associata a vissuti negativi di vario tipo, tra cui sgomento, tristezza e timore per le conseguenze di questo catastrofico atto terroristico. 

 

Oggi, 11 settembre, su internet e sui social network, ho letto numerosi articoli e post dedicati a questo evento. Molte persone hanno descritto la loro personale esperienza in reazione all'attentato, riportando una ricchezza di dettagli sorprendente. La maggior parte delle persone ricorda le circostanze in cui ha appreso la notizia con una precisione incredibile.

 

Leggi tutto

Si Può Davvero Vivere Liberi Dall'Ansia?

Pubblicato da Claudia Bellini il 26/07/2019

Ti capita mai di sentirti in agitazione, con il cuore che sembra esploderti nel petto e la sensazione di soffocare? Ti è mai successo di essere in preda al panico più totale, con l’assoluta certezza di stare per morire, di avere un infarto oppure temere di impazzire? Sei una persona che si preoccupa spesso, che passa ore e ore a ripensare a quanto gli è accaduto e a rimuginare su ogni cosa? 

 

Se ti trovi in una o più di queste situazioni è probabile che tu stia sperimentando nel corpo e nella mente i sintomi dell’ansia.

  Leggi tutto

MEMORIA E OBLIO

Pubblicato da Claudia Bellini il 15/12/2018

La memoria è una funzione cognitiva complessa, non identificabile in un singolo processo. Viene definita come la capacità di codificare, immagazzinare e recuperare le informazioni.

Leggi tutto

PERCHè LA DEMENZA FA COSì PAURA?

Pubblicato da Claudia Bellini il 08/12/2018

La diagnosi di demenza fa paura, non si può negare. In primo luogo, a temerla è la persona che riceve la diagnosi: nelle fasi iniziali della malattia, infatti, il malato è in grado di rendersi conto dei sintomi e della propria condizione.

Leggi tutto